Il bambino montessoriano

Dopo la Seconda Guerra Mondiale sono cresciute, nell’Europa occidentale, generazioni di donne e di uomini che non hanno conosciuto lo spettro della guerra.

Andare a scuola, studiare, partecipare alle manifestazioni pacifiste a sostegno dei popoli oppressi dalle dittature era la “moda” per chi ha frequentato la scuola secondaria e l’università alla fine degli anni sessanta e durante gli anni settanta del secolo scorso.

I giovani si nutrivano del pacifismo non violento che si ispirava a Martin Luter King e a Gandhi.

Quei giovani, adesso sessantenni o settantenni, si trovano ora a prendere atto amaramente che la convivenza pacifica è compromessa da forze aggressive e distruttrici che minacciano i nostri confini e portano la morte nelle nostre case.

Si ha l’impressione o la convinzione che pace e libertà siano sogni oramai infranti, illusioni tramontate: il bambino montessoriano, “padre dell’uomo”, pare essere morto sulle spiagge greche o è in grande affanno a percorrere le strade per raggiungere disperatamente i confini della Macedonia.

Che ne è stato dell’Anno Internazionale dell’Educazione – proclamato nel 1970 dalle Nazioni Unite su proposta dell’Unesco – che si poneva l’obiettivo di fissare l’attenzione sulla pace, intesa non solo come fatto politico caratterizzato da assenza di conflitti, bensì soprattutto “come realizzazione di uno stato di coscienza, di responsabilizzazione, di rispetto di ogni e qualsiasi diritto dell’uomo”?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in POLITICA, STORIA, VARIE. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il bambino montessoriano

  1. Marilisa Conese ha detto:

    Bello quest’articolo

    Sent from my iPhone

    >

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...