SCIENZE – NOTIZIE

Albert Einstein: tra razza e cittadinanza.

Allo sbarco negli Stati Uniti, Einstein, come tutti gli emigrati, ricevette un modulo da compilare.

Fra le molte domande cui bisognava rispondere ce n’era una così formulata: «Razza di appartenenza?».

E lui scrisse: «Umana».

 

 

1) GIUGNO 2017

” … quello che vediamo rappresenta solo il 5% dell’universo, l’altro 95% è fatto da forme di materia e di energia che non conosciamo … “

http://it.euronews.com/2017/05/30/fabiola-gianotti-alla-scoperta-dell-universo-con-l-acceleratore-lhc

*****

2) OTTOBRE 2017

Cosa sono le ‘onde gravitazionali’?

Eccole spiegate in un filmato di due minuti e ventiquattro secondi.

*****

3) OTTOBRE 2017

” Ascoltare l’universo e vederne finalmente i colori. Le onde gravitazionali, combinate con un coro di 70 telescopi spaziali e sulla Terra hanno visto gli ultimi minuti di vita di due stelle di neutroni, anticamera dei buchi neri, hanno ascoltato la loro eco mentre collidevano e visto la luce liberata dall’esplosione, mentre la materia liberata tutto intorno dava origine agli elementi più pesanti, come oro e platino. “

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/10/16/onde-gravitazionali-70-telescopi-spaziali-e-sulla-terra-per-gli-ultimi-attimi-di-vita-di-due-stelle-e-la-miniera-di-oro-e-platino/3917797/

*****

4) OTTOBRE 2017

” Un buco nero svela il destino della nostra Via Lattea: collisione con Andromeda. “

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/10/31/un-buco-nero-svela-il-destino-della-nostra-via-lattea-collisione-con-andromeda/3947447/

*****

5) NOVEMBRE 2017

Esiste il tempo? 

*****

6) OTTOBRE 2017

 ” Una sorta di Saturno in miniatura. È nascosto ai confini del Sistema Solare il pianeta nano chiamato Haumea che oltre ad avere due lune ha un anello di polveri. La scoperta, resa possibile da una grande collaborazione internazionale, indica che i pianeti circondati da anelli potrebbero essere molto più comuni del previsto. “

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/10/11/ai-confini-del-sistema-solare-un-saturno-in-miniatura-haumea-ha-un-anello-di-polveri-e-due-lune/3908070/

*****

7) NOVEMBRE 2017

Il mistero del lago Vostok, un bacino d’acqua sepolto da milioni di anni.

Un team russo scoprì nel 2012 un ambiente isolato e autonomo rispetto alla Terra.

L’affascinante scoperta pone ancora oggi molti interessantissimi interrogativi da spiegare.

“Quali forme di vita contiene il lago, che tipo di ambiente è? E comunque la si metta, si tratta di forme di vita da noi oggi considerabili completamente aliene, al mondo di oggi e al nostro ambiente.

Tanto che la scienza considera Vostok come un campo di allenamento per comprendere Europa, satellite di Giove dalla composizione ambientale molto simile a questo tesoro chiuso nello scrigno dell’Antartide.”

… E, pensate, ci potrebbe essere un UFO seppellito dai ghiacci.

http://www.ilnavigatorecurioso.it/2016/12/19/polo-sud-i-misteri-del-lago-vostok-ancora-da-svelare/

*****

8) NOVEMBRE 2017

 ” Sono passati esattamente 106 anni da quando il fenomeno delle “cascate di sangue” fu osservato per la prima volta dal geologo Griffith Taylor. La scoperta era avvenuta presso il lago ghiacciato Bonney, in Antartide. Ma ora il mistero è stato risolto grazie allo studio di un équipe di scienziati della University of Alaska Fairbanks e del Colorado College. “

http://www.notizie.it/cascate-sangue-antartide/

*****

9) OTTOBRE 2017

” … si avvicina rapidamente alla Terra un ‘intruso’ destinato a far parlare molto di sé: è l’asteroide 2012 TC4, un piccolo ‘sasso’ spaziale dal diametro compreso fra 15 e 30 metri, che il 12 ottobre 2017 sfiorerà letteralmente il nostro pianeta … “

http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/spazio_astronomia/2017/08/11/asteroide-in-arrivo-in-ottobre-a-un-passo-dalla-terra_c3ad3780-05d6-4401-96c5-81cc01931e1c.html

*****

10) NOVEMBRE 2017

” Un anno fa la notizia che lì vicino alla stella più vicina noi c’era un’altra Terra, un pianeta potenzialmente abitabile. Invece Proxima Centauri potrebbe nascondere una clamorosa sorpresa: intorno a lei potrebbe orbitare non solo il pianeta Proxima b, ma addirittura un intero sistema di pianeti passato finora inosservato. “

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/04/un-intero-sistema-di-pianeti-intorno-alla-stella-piu-vicina-noi-proxima-centauri/3956506/

*****

11) NOVEMBRE 2017

” IL BUCO dell’ozono non è mai stato così piccolo. Lo sostiene una ricerca Nasa dando la ‘buona notizia’ dovuta principalmente a due cause: l’aumento delle temperature da una parte – purtroppo causato dal global warming – e l’impatto positivo dello stop alle emissioni dei gas serra che, per quanto ancora alte, hanno contribuito alla riduzione del 17% rispetto al 2016. “

http://larep.it/2AkK1UM

*****

12) NOVEMBRE 2017

” Certamente arriva da un’altra stella, da un angolo lontano della Via Lattea, questo misterioso intruso che sta visitando il Sistema solare …

L’oggetto celeste sembra provenire dalla costellazione della Lira e sarebbe arrivato dopo aver attraversato lo spazio interstellare alla velocità di 25 chilometri al secondo. A rendere l’intruso interessante è il fatto di essere il primo corpo celeste che arriva dallo spazio interstellare … “

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/05/un-visitatore-interstellare-nel-sistema-solare-ecco-a-2017-u1-misterioso-intruso-che-affascina-gli-scienziati/3958483/

*****

13) NOVEMBRE 2017

FONTE: http://it.euronews.com/

Un nuovo video pubblicato dalla NASA mostra come la Terra sia cambiata negli ultimi 20 anni.

La clip mostra come la copertura nevosa è cambiata di anno in anno, avanzando e retrocedendo secondo le stagioni. Mostra anche cambiamenti nella vegetazione.

“Queste sono visualizzazioni incredibilmente evocative del nostro pianeta vivente”, ha dichiarato Gene Carl Feldman, oceanografo del Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland. “Quella è la Terra, cioè, che respira ogni singolo giorno, cambiando con le stagioni, rispondendo al Sole, ai venti che cambiano, alle correnti oceaniche e alle temperature”.

Le immagini sono state pubblicate per celebrare i 20 anni in cui i satelliti della NASA hanno continuamente osservato le proprietà fisiche del nostro pianeta. Questa raccolta ininterrotta di dati da più satelliti aiuta gli scienziati ad affrontare importanti domande su come gli ecosistemi reagiscono all’attività umana.

“Con l’espansione dell’archivio satellitare, si vedono sempre più dinamiche emergenti”, ha dichiarato Jeffrey Masek, capo del Biospheric Sciences Laboratory della NASA Goddard. “Ora siamo in grado di guardare le tendenze a lungo termine.”

“La visione della vita basata sullo spazio consente agli scienziati di monitorare la salute delle colture, delle foreste e della pesca in tutto il mondo. Ma gli scienziati dell’agenzia spaziale hanno anche scoperto cambiamenti a lungo termine tra continenti e bacini oceanici “, si legge nella dichiarazione ufficiale.

Le immagini satellitari mostrano che l’Artico si sta facendo sempre più verde, poiché gli arbusti espandono la loro gamma e prosperano a temperature più calde. L’aumento delle temperature superficiali del mare ha modificato la crescita del fitoplancton, un organismo che aiuta nella rimozione dell’anidride carbonica.

http://www.euronews.com/2017/11/17/watch-what-has-earth-looked-like-for-the-past-20-years?utm_campaign=Echobox&utm_medium=Social&utm_source=Facebook#

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in SCIENZE, SCUOLA, VARIE. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...