Amico e Maestro

Maestro ed Amico
Un gruppo numeroso, il nostro.

In autunno, in inverno ed in primavera si passeggia, di sera, nella zona pedonale, dalla Piazza al Seggio.
In estate, no: il luogo della passeggiata è il Faro, anzi dal Faro ai Carabinieri.
Poi ci si siede nella zona alberata, ai piedi del Monumento, utilizzando le sedie di plastica messe a disposizione dell’Amministrazione del Comune.

E non è possibile procedere tutti insieme in riga perché si occuperebbe l’intera sede stradale, anche quando, essendo in tanti, si è costretti a dividersi in sottogruppi.

Quelli dell’Oreficeria cercano di competere con noi.  Ma è tempo sprecato! Talvolta loro sono appena un gruppo duale, una coppia, (10) in base due. A noi capita anche di arrivare ad essere una decina vera.

E giù battute, sfottò reciproci, barzellette, racconti a metà veri, a metà inventati…

Diversi i tipi, i soggetti umani del gruppo, distribuiti per caratteristiche secondo la curva a campana di Gauss: da quello serioso  – da un lato della campana – a quelli pazienti, i più, al centro della curva, a quello – dall’altra parte della campana –  sempre prontissimo alle battute spontanee e fulminanti, giocate su associazioni di cultura ‘alta’ e arzigogoli linguistici.

Qualche occasione, qualche episodio di “arrabbiatura”  dell’uno con l’altro – rarissimi – non mancano:

ma siamo Amici, persone semplici, corrette, leali, oneste!

Insomma: un gruppo inclusivo!

Poi, piano piano, il gruppo comincia ad assottigliarsi.

Alcuni sono costretti a correre in Padania…
…Come succederà oramai anche a me, appena le restrizioni della pandemia si allenteranno.

Dal Sud è in atto da qualche tempo un fenomeno sociologico del tutto nuovo: frotte di anziani – ahinoi – che partono per avvicinarsi ai figli, già emigrati.

Ma dall’anno scorso l’assottigliarsi del gruppo è dovuto ad eventi dolorosi.

Il primo a giocarci questo amaro scherzo è stato “Monsieur le Professeur”.

Da qualche ora ci ha lasciati l’Uomo della Pace: ed io piango, letteralmente, l’Amico ed il Maestro.

ac

Questa voce è stata pubblicata in VARIE. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...